MY RESEARCH BLOG

Search
  • Salvatore Enrico Anselmi

Il vento, l’albero, la valle e la collina


«Coglierò l’attimo della resa»

disse il vento alla collina.

«Sarò flessuosa opposizione al tuo alito»

disse l’albero al vento.

«Annoderò il sospinto alone dell’aria,

alla tenace stretta delle radici nella terra»

disse la collina a entrambi.

«Correrò a perdifiato fino ai gorghi del fiume a valle»

disse il vento al fiume e alla valle.

La valle rispose «sarò lì ad attenderti»

e il fiume con essa.

Arrivò l’uomo con ascia e aratro, con vanga e piccone

con sordido intento di rivalsa e istinto di fondazione

con occhio lubrico e avido di conquiste aurate.

Percosse, divelse, scavò, estirpò, tagliò, bruciò.

Il vento s’involò in cima al monte si raccolse intorno alla vetta,

ne imbiancò il crinale e tacque.

La collina, non più abbarbicata alle radici,

scese rovinando a valle e prosciugò il fiume.

L’uomo consumò l’amaro riso e cambiò contrada.

71 views1 comment
  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Google+ Social Icon
  • YouTube Social  Icon
  • Pinterest Social Icon
  • Instagram Social Icon

© 2023 by Scientist Personal. Proudly created with Wix.com